Guida ai prodotti
BIODIVERSITÀ
STAGIONATURE
1 Vacca rossa
Fino al secondo dopoguerra, nelle stalle delle corti contadine c’erano vacche dal mantello fromentino, a triplice attitudine. Le origini, che risalgono all’anno Mille, sono probabilmente in Pannonia, l’attuale Ungheria. Il suo latte è ricco di proteine – caseina in particolare –, calcio e fosforo, e possiede attitudini casearie ottimali: la panna affiora in modo adeguato, il latte coagula rapidamente, la cagliata è consistente ed elastica e la resa è elevata. L'Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Reggiana (Anaborare) definisce a 24 mesi il tempo di stagionatura minimo del formaggio.
Mostra i prodotti
2 Vacca bruna
L’introduzione della razza bruna nel Parmense risale alla metà del XVIII secolo, anche se in alcuni documenti del Cinquecento e Seicento appaiono bovini dal mantello bruno, probabilmente di origine svizzera e provenienti dalla Lombardia. Queste vacche ebbero fortuna perché rustiche e docili, adatte al lavoro dei campi, nel corso degli anni la bruna si è imposta per la produzione di latte le cui caratteristiche reologiche determinano un latte molto adatto alla caseificazione grazie all’alto profilo caseinico e all’elevato contenuto di grasso.
Mostra i prodotti
3 Prodotto di montagna
Dal 2013 è stata introdotta con regolamento Ue 1151/12, la dicitura “Prodotto di Montagna” per classificare i prodotti alimentari aventi origine nelle aree di montagna dell’Unione Europea. Il Parmigiano Reggiano è il più importante prodotto Dop ottenuto in montagna, con oltre 110 caseifici in montagna e oltre 1.200 allevatori. Proprio per dare maggiore sostenibilità allo sviluppo della montagna e offrire ai consumatori garanzie aggiuntive legate, oltre all’origine, anche alla qualità del formaggio, il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha definito il “Prodotto di Montagna – Progetto Qualità Consorzio”. I requisiti per ottenere la certificazione sono: -100% latte munto in stalle nelle zone di montagna -più del 60% dell’alimentazione delle vacche è coltivata in zona di montagna -caseificio e stagionatura fino a 12 mesi minimo, in zona di montagna -selezione qualitativa a 24 mesi con valutazione “al martello” degli esperti del Consorzio -valutazione sensoriale (gruppo d’assaggio) e analisi composizione chimica
Mostra i prodotti
4 Biologico
Il Parmigiano Reggiano da agricoltura biologica prevede che tutti i passaggi eseguiti per la produzione abbiano la piena tracciabilità del prodotto e siano certificati in base alle disposizioni di legge per la produzione dei prodotti da agricoltura biologica.
Mostra i prodotti
1 12 - 19 mesi
DELICATO Il Parmigiano Reggiano di 12-19 mesi ha sentori delicati di latte fresco, yogurt, burro, accompagnati da note vegetali di erba e verdura lessa e da un sapore dolce e acidulo. Nel formaggio iniziano a vedersi i cristalli di tirosina.
Mostra i prodotti
2 20 - 26 mesi
ARMONICO Il Parmigiano Reggiano di 20-26 mesi esprime al palato un buon equilibrio tra il sapore dolce e salato, e ai sentori di latte e yogurt si accompagnano le note di burro fuso e di frutta fresca come banana e ananas. Il formaggio si presenta friabile e granuloso.
Mostra i prodotti
3 27 - 34 mesi
AROMATICO Il Parmigiano Reggiano di 27-34 mesi presenta sentori di frutta secca, aroma di brodo di carne e spezie come la noce moscata. La scaglia si presenta solubile, molto friabile, e asciutta.
Mostra i prodotti
4 35 - 45 mesi
INTENSO Il Parmigiano Reggiano 35-45 mesi ha un’elevata intensità olfattiva e spiccano sentori di spezie e di affumicato con un colore giallo intenso che tende all’ambrato e cristalli di tirosina molto ben visibili.
Mostra i prodotti
5 46 - 79 mesi
Il Parmigiano Reggiano di 46-79 mesi è di colore giallo paglierino ambrato, odore intenso di tostato con note tipiche di cuoio, funghi secchi e affumicato.
Mostra i prodotti